vendere-non-svendere

Come fa un agente immobiliare ad acquisire incarichi?

Premetto: rifarei tutto quello che ho fatto da quando ho iniziato questa professione sino ad oggi.

A chi vuole intraprendere questa “strada” probabilmente, non lo consiglierei.

Sembrerebbe un controsenso, eppure no, non lo è: è stato giusto farsi la gavetta consumando suole e suole di scarpe per le vie del mio paese. 

Questo mi ha permesso di conoscere e farmi conoscere dalla gente (non sono originario di Castano Primo e mi ero trasferito da poco) e soprattutto di conoscere a menadito gli immobili presenti sul territorio. Ancora oggi, a distanza di più di 20 anni, ricordo cognomi e numeri civici di chi abita in una determinata via…

Ma oggi, vedere agenti immobiliari che suonano i campanelli stile “agenti della folletto” non me ne vogliano, non ha proprio senso. 

È necessario, come in tutte le cose, stare al passo coi tempi e saper cambiare. Oggi ci sono strumenti e opportunità differenti e il porta a porta non credo sia più funzionale.

Un ruolo fondamentale lo giocano i social network che, se usati correttamente, riescono a dare una notorietà decisamente maggiore rispetto a quanto si possa fare con il porta a porta. Si possono raggiungere un numero decisamente più elevato di persone e, se i contenuti sono di qualità, si “rischia” anche di diventare “un personaggio” popolare.

Questo però non significa che sia più facile o meno faticoso del porta a porta: si consumano molte meno suole di scarpe, questo sì!

E per fare contenuti di qualità, aldilà degli immobili da presentare, bisogna essere preparati per cui avere un adeguato piano di formazione, è la base.

Ma misurarsi continuamente con il crescente numero di competitors, non è semplice. Essere presenti sui social non è sicuramente la panacea.

Anche investire pesantemente sul “post vendita” non basta…e quindi?

Quindi c’è una cosa che é l’abc di questa professione ovvero la capacità di coltivare buone relazioni. 

Non ho scoperto l’acqua calda. 

Il web e i social infatti sono pieni di corsi per diventare abili agenti immobiliari e acquisire incarichi facilmente. 

Personalmente credo che sia una vocazione, un dono: o ce l’hai o non fare l’agente immobiliare.

Condividi:

Altri post

Meglio una casa in classe A4 o una in classe G? La risposta a questa domanda che in tanti ci

Il comodato d’uso gratuito Il comodato d’uso gratuito è il contratto con cui una parte (il comodante) consegna all’altra (il comodatario)

Piante da appartamento Agave Dalle dimensioni piuttosto grandi, perfetta sia all’esterno che in casa. Scenografica dove la mettete sta, è

Proroga Superbonus fino al 2023 Nei giorni scorsi è passata la conferma e la proroga del superbonus al 110%.  Nell’introduzione